Il Presidente dell’Associazione Antiquari Milanesi racconta l’edizione di Amart 2019

7 giugno 2019 | AMART. L'arte è Milano

Molti sorrisi la sera del 12 maggio sulle facce dei 65 espositori alla chiusura di AMART 2019. La seconda edizione della mostra è stata un gran successo sia dal punto di vista organizzativo, sia da quello degli affari conclusi. Naturalmente è difficile avere notizie sicure sull’andamento del mercato – la riservatezza è d’obbligo – ma a giudicare dai buoni di uscita utilizzati dagli espositori, gli affari sono stati più che soddisfacenti. 

Molto apprezzata è stata la campagna di comunicazione ideata da Paolo Landi, con le superbe foto di Maki Galimberti, che ha visto protagonisti alcuni personaggi in vista: per amore dell’arte e dell’antiquariato ci hanno dato una mano a diffondere l’immagine di AMART.

Un ringraziamento a tutti i colleghi che si sono prodigati per rendere la mostra ancora migliore che nell’edizione 2018, al Consiglio Direttivo degli Antiquari Milanesi, agli esperti che hanno vigilato e garantito la qualità delle opere esposte. Ringraziamenti vanno anche allo staff dell’Associazione Antiquari Milanesi, guidata da Emilia Pecorara, ed ancora al comitato esecutivo che mi ha supportato con cura ed attenzione, in particolare voglio elogiare Isabella Danesini e Michele Subert.

Ed ancora PromoTer Unione, che ci ha fornito il supporto amministrativo, ed in particolare la dottoressa Mimma Madau, che anche quest’anno ci ha dato fiducia; lo staff del Museo della Permanente: il Presidente, dottor Emanuele Fiano, il Vicepresidente, dottor Cesare Cerea, e la dottoressa Cristina Moretti; e il Vicepresdente di Unione Confcommercio, dottor Marco Coldani, intervenuto al taglio del nastro.

Un sincero ringraziamento ai nostri sponsor tecnici, Ciaccio Arte ed Ingegnoli, al FAI e agli Amici del Museo Bagatti Valsecchi per aver generosamente concesso il loro logo, e al Museo Poldi Pezzoli, nella persona della Direttrice dottoressa Annalisa Zanni, per aver condiviso con noi la volontà di fortificare il rapporto fra antiquari e istituzioni museali, fra la città e il suo patrimonio. 

Un grazie particolare va a Vittorio Sgarbi, che ha mirabilmente inaugurato la manifestazione, con la sua consueta verve ed amicizia verso gli antiquari.

Arrivederci ad AMART 2020

 

Domenico Piva, Presidente dell’Associazione Antiquari Milanesi

  • CONDIVIDI